domenica 31 maggio 2009

Premi e ricordo Laica

Questo me l'ha donato Mary E questo Alexs e le Broccole, ringrazio tutte tre, (anzi 4) e li dono a mia volta a : Giugiù Monica Angy e company MARIARITA Dajana Solidea e Ale E in questo post voglio anche ricordare la cagnolina di Paoletta che l'ha lasciata. Ciao dolcissima Laica


mercoledì 27 maggio 2009

Crostata di mele con marmellata di fragole e aceto balsamico


Per sbaglio ho comperato un vaso di marmellata di fragole con aceto balsamico. "OH MIO DIO...ORRORE!" (il commento del mio martirio (marito) e allora cosa fare con lei poveretta? Una crostata.
Ingredienti:
Frolla 500 g
Mele Delicious 550 g (3)
Zucchero 3 cucchiai
Succo di limone 2 cucchiai
1 vaso della suddetta incriminata
La frolla stesa in una tortiera di 28 cm. Tagliare le mele a fettine e bagnarle con il succo di limone , sopra la frolla mettere la marmellata e appoggiarvi le mele e spargere lo zucchero gelificante sopra di esse. Cuocere in forno statico già caldo a 180° per circa 30 minuti. Voglio essere sincera, non metto mai il cronometro, faccio sempre a "occhio". Cospargere di zucchero a velo.
Alla fine, il mio martirio, stilando la successiva nota della spesa, ha scritto: "un vaso di marmellata di fragole con aceto balsamico". Sono rimasta basita. Comunque anche per me è stata una piacevolissima sorpresa...



Ancora un premio

Me l'ha donato: Paoletta e lo dono a: Cristina Federica Roby Lidia e Roberto Potito


Premi e gioco

Questi premi li ho ricevuti da Silvy e li dono a: Maruzza Susy Raffaella Daniela Mamit Pagnotella Sonia E a loro rilancio il giochino che mi è stato dato da: Barbara Annamaria Alexs Il gioco ha 2 regole: rilanciarlo a 7 blogger amici e descrivere 7 caratteristiche della tua persona Le mie sette caratteristiche, sono dei pregi che conoscendo solo il bianco e il nero e non una via di mezzo, diventano dei difetti. 1°Sono generosa a tal punto che sembra voglia fare tutto io. 2°La mia sensibilità, arriva al punto che quando cammino, sto attenta a non pestare le formiche. 3°Sono talmente ordinata, che se la cantina è in disordine sto male. 4°Ho mille interessi: se avessi la possibilità farei anche il sale in casa, e questo spiace a mio marito perchè tolgo tempo dedicato a lui. 5° Sono iperattiva e questo può dar fastidio a chi non lo è. 6°Sono sincera senza un minimo di diplomazia. 7° Non sopporto le persone false e opportuniste.


martedì 19 maggio 2009

Torta di compleanno

Dovrei dire la fetta di compleanno,dato che prima di fare la foto alla torta intera era già tagliata. La metto lo stesso visto ch'era buonissima.Il compleanno era di mio marito, gli anni li ha compiuti giovedì 14, ma gli abbiamo" fatto la festa" sabato....



lunedì 18 maggio 2009

Zucchine finta scapece

Perchè finta? direte voi. Prima cosa perchè le fettine sono state infarinate nella semola di grano duro, seconda cosa, siccome a me non piace la menta e mentuccia, ho messo il basilico. Il procedimento: Non metto le dosi poichè variano a seconda delle bocche che si hanno in casa. Si fanno a fettine di circa 2 mm. le zucchine, si salano con il sale grosso e si mettono in un colapaste finchè il sale si è sciolto, dopodichè si stendono sopra un panno e si asciugano per benino (le ho asciugate: prima al sole e poi con la carta da cucina), si passano nella semola e si friggono in olio alto, si scolano e si mettono in un contenitore. In una padella si scalda dell'aceto bianco, (ho messo mezzo bicchiere avendo 6 zucchine non molto grandi) quando inzia a sfumare si versa sulle zucchine, non mettendo la menta ho messo delle foglie di basilico.


Ancora premi

Questi mi sono stati donati da Annamaria che ringrazio per aver pensato a me, Questi li dono a: A spasso con Solidea e Ale Luana Alexs Lory


Premi

Ringrazio di cuore Lalù e Valentina per avermi pensato .Questo lo giro a: Okkidigatta Rosmarina Dolcelisù Angy e company Jajo


lunedì 11 maggio 2009

Il mio primo pane con il lievito madre

Questo, è il mio primo pane con il lievito madre donatomi da una carissima amica,Gisella, conosciuta virtualmente su GialloZafferano ; abbiamo scoperto di abitare non molto lontano e così è nata una bellissima amicizia.Di questa magnificenza ringrazio altre 2 amiche di GialloZafferano: Makita e Germana . Siccome la lievitazione è stata lunghissima ed ho infornato alle 22, le foto lasciano a desiderare
La ricetta:
Ore 7: 300 gr. di lievito madre e sopra ho messo 1Kg. di farina di grano tenero 0 Ore 14: Ho aggiunto: 350 gr. di acqua minerale naturale( ho messo ancora un pò, non ho pesato) 200 gr. di latte tiepido 100 gr. di strutto 2 cucchiaini di zucchero non avendo malto ho messo 2 cuchcchiaini di miele d'acacia 10 gr. di sale (risulta un pò sciocco ma a noi piace così)Qui l'impasto quasi pronto, 10 minuti circa con il gancio , tolto, lavorato ancora a mano
questo è il risultato, messo in un contenitore, coperto con la pellicola, con una copertina di lana, messo in forno spento con la luce accesa per 6 ore circa Ore 18: Tolto dal recipiente, sgonfiato Ho fatto con una metà dell'impasto, dei panini: Ho fatto delle palline e con il palmo della mano le ho stese e arrotolate, lasciate lievitare quasi 3 ore Con un bisturi ho fatto un'incisione non molto profonda Con il resto ho fatto una focaccia e una simil baguette, che essendo poi risultata un pochino pesante (era tardi e ho fatto una cottura veloce) ho fatto dei crostini, buonissimi, i panini e la focaccia erano leggerissimi Questi sono i crostini fatti con la pseudo baguette Sono andata a dormire stanca ma felice e con la casa che profumava di panificio. Grazie ancora alla mamma della mia creatura, cioè: Gisella


venerdì 8 maggio 2009

Zucchine ripiene


 Non ci sono ancora nell'orto, però, anche quelle acquistate iniziano ad avere un sapore e anche un odore diverso: hanno l'odore dell'estate, oppure, sono io che per la fretta che venga l'estate sento anche gli odori delle stagioni...



martedì 5 maggio 2009

Lonza al latte

Con questa ricetta partecipo al contest di Elga
Questo è un piatto che faccio spesso, è poco costoso, di facile realizzazione e veloce dato che lo faccio con la pentola a pressione. Più volte ho detto che la mia è una famiglia piccola e grande allo stesso tempo, dovremmo essere in 2 ma il fine settimana siamo 12 e a fine anno se tutto va bene 14 (questi ultimi per qualche tempo non mangeranno lonza) La ricetta
Ingredienti : ( non metto per quante persone, perchè la quantità varia a secondo della fame che hanno )
Kg.1 circa di lonza 1 litro di latte mezza confezione di panna fresca (quella del banco frigo) erbe aromatiche miste ( metto le erbe di Provenza secche) 2 spicchi piccoli di aglio 2 cucchiai d'olio
Far rosolare l'aglio con l'olio, aggiungere la carne e togliere gli spicchi d'aglio,quando la carne è ben rosolata aggiungere le erbe e coprire di latte. Chiudere la pentola a pressione e al fischio abbassare la fiamma e calcolare una mezz'oretta, poi la cosa è soggettiva dato che ho la pentola adatta alle carni. Si può tranquillamente fare con la pentola normale. A cottura quasi ultimata, tagliare la carne a fette, salare (ci metto il dado granulare vegetale) aggiungere la panna, se occorre ancora latte e ultimare la cottura.


sabato 2 maggio 2009

Frico con patate

Questo è un piatto tipicamente friulano, formaggio cotto con le patate. Il Friuli era un territorio povero con dei piatti di riciclo, questo era uno dei tanti, il frico veniva fatto con i resti delle formature del formaggio, si chiamano strissulis,(strisce) adesso, è diventato di nicchia, in casa si fa poco, generalmente si mangia negli agriturismi della zona; essendo la mia, una famiglia numerosa lo faccio in casa.
Il formaggio adoperato viene chiamato di latteria, ogni paese, sia piccolo che grande, aveva la propria latteria dove i contadini portavano il latte con dei bidoncini, alla sera la latteria apriva anche per la vendita del latte. Quando ero bambina, il compito di andare a comperare il latte era mio, la quantità da prendere era di 3 litri e mezzo, (eravamo in 10) però facevo la cresta prendendone 3 litri e con i soldi rimasti comperavo il gelato, riuscivo a comperare un gelato da ricchi; gusto cioccolato in mezzo a 2 biscotti. Il mezzo litro di latte mancante lo integravo con l'acqua, da li è nato il latte parzialmente scremato.... Latterie così non ci sono più, ora sono gestite in modo diverso ma il formaggio viene ancora chiamato con il nome della latteria del paese.
Passiamo alla ricetta:
Stessa quantità di formaggio e di patate, qualsiasi sia la grandezza del frico
Le mie quantità sono per una padella di 28 cm. e dovrebbero essere per 10 persone (dico dovrebbero)
1Kg. di formaggi, montasio fresco, stagionato e strissulis
1 Kg. di patate
1 piccola cipolla
1 cucchiaio d'olio
Brasare la cipolla con l'olio e qualche cucchiaio d'acqua, aggiungere le patate grattuggiate e portarle alla cottura, mettere tutto il formaggio tagliato sottilmente (lo trito con il mixer) il procedimento poi è quello di una frittata, quando tutto è ben amalgamato e il formaggio sciolto, ci si aiuta con un coperchio e si rigira più volte fino a doratura, girando di frequente si scola dal grasso. Formaggio per frico



Patate grattugiate per il frico

ll frico fatto al forno lo trovate Qui